In questi 15 giorni di conflitto in Ucraina, nella guerra Russia > Ucraina abbiamo avuto modo di seguire dirette dal fronte, o avuto modo di vedere servizi nella nostra lingua d’origine.

Quanti di noi hanno pensato al lavoro di traduzione che si nasconde dietro i reporter inviati nelle zone di guerra?

Il lavoro incessante di traduzione ed interpretariato che spesso si cela dietro le telecamere espone interpreti e traduttori agli stessi rischi degli inviati in guerra.

Chi è abituato a pensare ad un interprete vestito in tailleur al servizio di una multinazionale adesso sa che l’interprete non è solo un lavoro svolto al caldo di un ufficio, chi di noi ha dimenticato la morte di Andrea “Andy“ Rocchelli è stato ucciso, insieme all’interprete russo Andrei Mironov, il 24 maggio 2014, in Ucraina, mentre documentava le condizioni dei civili intrappolati nel conflitto del Donbass.

Quello del traduttore o dell’interprete passa quindi dall’essere considerato un servizio di nicchia ad un importantissimo ruolo operativo di trasferimento delle informazioni in tempo reale.

Quanto è importante che i nostri interpreti e i nostri traduttori siano preparati professionalmente ed emotivamente, pronti a gestire le emozioni al servizio della propria professione.

Avete mai memorizzato il nome di un interprete se non quello della bravissima Olga Fernando che traduce le interviste in consecutiva, simultanea o sussurrata (chuchotage o whispering), dei vostri divi televisivi? Forse no …

E’ importante riconoscere il valore della professionalità dei nostri “interpreti della contemporaneità”, della cronaca e della realà.

Ogni giorno proviamo a metterci in contatto con i migliori professionisti, ad esplorare i meandri più nascosti e affascinanti della nostra professione; a rendere il nostro lavoro un’esperienza civile e una responsabilità professionale verso il mondo. Renderemo sempre onore a questo ruolo strategico che è ben rappresentato dagli interpreti italiani e internazionali, sperando nel giusto riconoscimento.

Nella speranza che il conflitto termini presto, altri interpreti e traduttori in tutte le lingue del mondo, stanno preparando la valigia e si apprestano a salutare i propri affetti per affrontare un nuovo viaggio, una nuova esperienza umana che cambierà per sempre le loro vite; oltre a cambiare, con il mezzo della loro professionalità, la visione che le persone hanno sulle cose che accadono nel mondo. Pronti a raccontare, a trasferire informazioni locali, quindi. Localizzare esperienze ed eventi.

Il mondo dell’informazione deve un grande tributo agli interpreti eroi che ogni giorno mettono a repentaglio la propria vita per offrire un servizio ai cittadini.

Grazie di cuore da E-Motive Srl.